Scialatielli al Nero di Seppia

3,10

Scialatielli al Nero di Seppia 500gr Pastificio Ferdinando II – Trafila bronzo

La pasta come elemento di innovazione  abbinate a ricette della tradizione

L’origine della fama di Gragnano come patria della pasta risale al 12 luglio del 1845, giorno in cui, Ferdinando II di Borbone re del Regno di Napoli concesse ai fabbricanti gragnanesi, durante un pranzo,  l’alto privilegio di fornire la corte di tutte le paste lunghe.  In realtà la produzione della pasta ha una lunghissima tradizione risalente ai tempi dei Romani.

COD: Scialatielli with Cuttlefish Ink Categorie: , Tag:
 

Descrizione

Scialatielli al Nero di Seppia

Peso Netto: 500gr

Gli scialatielli sono un formato di pasta usato nella tradizione della Campana.

Il nome degli scialatielli deriva presumibilmente da due parole del dialetto Napoletano “scialare” (godere) e “tiella” (padella). Questo tipo di pasta è tipica della Costiera Amalfitana, dov’è nata per mano dello chef Enrico Cosentino nel 1978, quando, presentando gli scialatielli ad un concorso culinario, ottenne grazie ad essi il premio entremetier dell’anno.

Sono listarelle più corte degli spaghetti, più larghe e di sezione rettangolare piuttosto irregolare. Sono tradizionalmente fatti a mano, farina, acqua e/o latte, formaggio grattugiato, basilico fresco tritato, sale e uova ma vengono anche venduti come formato di produzione industriale. Sono riconosciuti come prodotto agroalimentare  della regione Campania.

 

 

Informazioni aggiuntive

Peso 0.650 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.